Ancora su Maccio: un «campo di libertà» per dialogare!

Il dibattito che si è aperto su questo blog in merito all’ultimo “aggiornamento” sulla vicenda del santuario di Maccio – ripreso questa mattina dal quotidiano Corriere di Como – mi stimola a fare alcune precisazioni in vista di ulteriori approfondimenti. Segnalo intanto anche la trasmissione Il Dariosauro di  giovedì 29 marzo, in cui sono stato ospite di Dario Campione sull’emittente lariana Espansione Tv. Continua a leggere

Santuario di Maccio: ancora sensazionalismo!

Non c’è il due senza il tre. La vicenda del santuario di Maccio sembra avere bisogno di ondate cicliche di pubblicità mediatica. Dopo l’annuncio della creazione del santuario legato ai fenomeni mistici di Gioacchino Genovese, dopo l’annuncio dell’acqua sgorgata dall’altare, ecco l’annuncio dell’apparizione mariana. Continua a leggere

Fidel Castro e Hugo Chavez: in ginocchio dal Papa?

Benedetto XVI arriva oggi a Cuba, nazione in cui i cattolici sono sei milioni (il 50% degli abitanti), ma che è ancora il bastione del comunismo latinoamericano. Sembra che domani incontrerà in forma privata anche Fidel Castro, 85 anni come il Papa. Continua a leggere

Quinta Domenica di Quaresima. Nel chicco di grano…

I farisei hanno appena espresso tutta la loro preoccupazione, dopo l’ingresso trionfante di Gesù a Gerusalemme: «Ecco, il mondo è andato dietro a lui!». E arrivano anche alcuni Greci che si rivolgono a Filippo (che forse conosceva la loro lingua, essendo di Betsaida) con una frase anch’essa significativa: «Vogliamo vedere Gesù». Continua a leggere

Gioco d’azzardo. Vince sempre chi non gioca mai… Anche il giusto è troppo!

Un milione e 350 mila euro di multa. Li deve pagare il Comune di Verbania ad una società che gestisce le macchinette mangiasoldi, dette anche “apparecchi da trattenimento” (sì, delle monete!). Continua a leggere

Chi ha paura dei feti sepolti in un cimitero?

Il cimitero, paradossalmente, diventa lo spazio in cui negare l’esistenza di chi non c’è più. Se uno ha vissuto tra noi, seppellirlo significa riconoscere che è esistito. Quindi, negargli la sepoltura equivale a negargli anche la morte oltre che la vita. Perché è chiaro: non può morire chi non è nato! Continua a leggere

Corsivo. Il naufragio della Costa Concordia? Colpa di un sasso…

Sta a vedere che il naufragio della Costa Concordia è colpa di un sasso! Poveretto, non può difendersi lui, anzi “esso”, visto che trattasi di appartenente al regno minerale. Continua a leggere