Intervista a papa Francesco: uno sguardo finalmente nuovo…

Ho appena terminato di leggere l’intervista a papa Francesco, pubblicata sull’ultimo quaderno (3918 del 19 settembre 2013) di Civiltà Cattolica. In realtà, si tratta di un’ampia conversazione con il gesuita Antonio Spadaro, in cui sei ore di colloquio (tra il 19 ed il 29 agosto scorsi) sono state condensate in 29 pagine. Ho voluto leggerla subito – si può acquistarla sul sito della rivista e scaricarla sul proprio tablet – anche perché sono rimasto incuriosito – e ora, aggiungo, infastidito – dalle presentazioni offerte dai telegiornali di prima serata. Come al solito, l’isolamento di alcune espressioni da un contesto di grande respiro – anche culturale, e persino erudito in alcuni passaggi – fanno sì che tutto si riduca alle solite questioni dei gay, dell’aborto o dei divorziati risposati. Se uno legge attentamente la conversazione tra padre Spadaro e papa Francesco si accorge, appunto, di una visione assai più ampia rispetto alla meschinità delle riduzioni mediatiche, uno sguardo a 360 gradi sull’uomo reale, sulla Chiesa, sui problemi che affliggono la società ma anche sulla bellezza che continua ad abitare il cuore di tanti uomini e di tante donne che hanno deciso di fidarsi di Dio.

Mi trovo in perfetta consonanza con questo sguardo di papa Francesco e spero possa essere lo sguardo di tanti uomini e donne del mondo, di tanti uomini e donne della Chiesa, così da poterci liberare non dalla verità ma dalle nostre tronfie certezze, non dal bene ma dai nostri insulsi moralismi. C’è una via nuova da percorrere, con una coraggiosa inversione del paradigma esistenziale (ed è questo un tema su cui personalmente sto riflettendo molto in questi mesi, e forse per questo mi sento rafforzato dalle parole di papa Francesco nella mia fatica di elaborazione del mio pensiero) . Invito tutti a leggere integralmente l’intervista – di cui, forse, solo la prima parte è debitrice di una eccessiva sottolineatura di temi legati all’appartenenza alla Compagnia di Gesù sia del papa che dell’intervistatore, ma del resto la rivista che la ospita è Civiltà Cattolica insieme ad altre pubblicazioni gesuite – e mi limito a riportare qui un passaggio, che mi pare davvero “papale” nel suggerire questo modo nuovo di guardare alla vita concreta dell’uomo, sapendovi sempre scorgere la presenza di Dio.

Dice il papa: «Se il cristiano è restaurazionista, legalista, se vuole tutto chiaro e sicuro, allora non trova niente. La tradizione e la memoria del passato devono aiutarci ad avere il coraggio di aprire nuovi spazi a Dio. Chi oggi cerca sempre soluzioni disciplinari, chi tende in maniera esagerata alla “sicurezza” dottrinale, chi cerca ostinatamente di recuperare il passato perduto, ha una visione statica e involutiva. E in questo modo la fede diventa una ideologia tra le tante. Io ho una certezza dogmatica: Dio è nella vita di ogni persona, Dio è nella vita di ciascuno. Anche se la vita di una persona è stata un disastro, se è distrutta dai vizi, dalla droga o da qualunque altra cosa, Dio è nella sua vita. Lo si può e lo si deve cercare in ogni vita umana. Anche se la vita di una persona è un terreno pieno di spine ed erbacce, c’è sempre uno spazio in cui il seme buono può crescere. Bisogna fidarsi di Dio».

Annunci

2 thoughts on “Intervista a papa Francesco: uno sguardo finalmente nuovo…

  1. Mah… avevo letto alcune sue parole belle interessanti, ma rimango ancora
    di stucco a sentir dire di questa grande novità, senza dubbio poi difficile amettere in pratica,
    anche da alcuni che cercano di essere non troppo pessimi cattolici, ma perchè così nuovo
    sentire che dobbiamo cercare di vedere in ogni uomo la presenza di Dio?

    • Già, lo sguardo che sa vedere Dio nell’uomo è l’amore, ed è sempre nuovo anche se tutti ne parlano («Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate come io ho amato noi»… la novità è nel come ama Gesù!). E’ nuovo perché noi ce ne dimentichiamo e così nell’uomo finiamo con il cercare noi stessi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...