Quando manca il contatto con la realtà…

Di ritorno dal Campo Estivo Parrocchiale nelle splendide Dolomiti di Braies, ho ritrovato tanta carta da leggere a motivo di qualche inevitabile arretrato. Qualcosa ho letto, qualcos’altro ho semplicemente buttato nel cestino. L’esperienza faticosa e impegnativa del Campo – eravamo in 72! – mi ha regalato un respiro alto, non solo perché l’aria era fine ma perché ci si misurava con la pastorale vera e i polmoni ne hanno avuto un momentaneo beneficio. Ecco, tornare e leggere mi ha fatto ripiombare nelle paludi in cui purtroppo si agita non solo la nostra Nazione – a proposito: lo spread non è ritornato forse agli stessi livelli di quando si mandò a casa un governo eletto perché incapace di fronteggiarlo? – ma anche la nostra Chiesa.

Le parole si sprecano e l’inchiostro scorre, e mi pare che qualcuno continui a fare il professorino… Quando si perde il contatto con la realtà – i vecchi comunisti parlavano di “base”, ma io preferirei parlare di “gente” – resta soltanto la via dell’autoritarismo. Si impone dall’alto, si comanda, si progetta tutto a tavolino e ci si comporta come i metereologi, i quali redigono il bollettino dimenticandosi di guardare fuori dalla finestra oltre che nel monitor del computer… E’ veramente incredibile come coloro che un tempo facevano i protestatari ad oltranza e propugnavano le tesi più avveniristiche contro il conservatorismo delle gerarchie (quelle ecclesiastiche ma anche quelle civili), ora che sono nella stanza dei bottoni hanno vestito i panni dei piccoli dittatori che spadroneggiano a colpi di diktat e fanno terra bruciata, purtroppo… Leggo cose pregevoli in cui manca una sola cosa: il contatto con la realtà. Il cristianesimo è esattamente il Logos di Dio che prende carne nella realtà, che si abbassa accettando di stare come tesoro nascosto dentro vasi di creta. Certi progetti, invece, dimenticano proprio di considerare i soggetti a cui sono diretti, passano sopra la testa in nome di un pensiero che vorrebbe essere perfetto e che rischia però di essere poco rispettoso dell’umano.

Ad esempio, quando penso ai sacramenti dell’iniziazione cristiana, credo che, se dipendesse solo dalla grazia di Dio, sarebbe bene donarli tutti insieme al momento della nascita, e poi costruire un cammino libero da scadenze e cerimonie che coinvolgesse le famiglie e la comunità cristiana. Ma, se questo cammino deve dipendere anche dalla libertà e dalla responsabilità dei soggetti che questi sacramenti ricevono in dono, ebbene mi viene spontaneo domandarmi: qual è l’età più adatta a comprendere il mistero dell’Eucaristia? Qual è il momento più idoneo a capire – sì, proprio come un recipiente – il dono dello Spirito Santo? Mi pare che questo criterio antropologico – che è alla base di ogni vera incarnazione – venga sacrificato alle logiche di una legittima sistematizzazione teologica e di una esigenza di uniformità. Sia chiaro, io sono solo un parroco, e per giunta in una piccola comunità, e non ho la preparazione di chi ha studiato tanto prima di decidere (o di imporre!). Avverto, però, tanto disagio nella categoria dei “manovali” della pastorale, quelli che devono poi guardare in volto la gente tutti i giorni e devono rispondere alle loro domande (perché chi sta dietro una scrivania, si sa, passa volentieri il testimone…).

Il vero rischio non è la protesta, ma il distacco lento e inesorabile. Una frattura che si crea non con uno scenografico precipizio, ma con tante invisibili e silenziose crepe. Questo rischio lo sta correndo da tempo la nostra democrazia politica, decrepita anche quando è “tecnica”. Ma non solo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...