Corsivo. E bravo Monti, tassa la prima casa!

Un lettore di vecchia data de Il settimanale della diocesi di Como – il quale ancora non conosceva l’esistenza di questo blog, come nuovo spazio di confronto – mi ha telefonato poco fa, segnalandomi la prima pagina del numero 46 del foglio diocesano con, in grande evidenza, il “faccione” del premier Mario Monti. Il lettore si meravigliava per questa scelta editoriale. In effetti, negli anni in cui sono stato direttore responsabile di quel giornale e fino a pochi giorni fa, ho sempre evitato di dare la prima pagina a gigantografie di uomini politici, specialmente se potevano apparire come adesione al «culto dell’uomo della provvidenza» (capitò con Prodi e con Berlusconi). Il mondo cattolico è purtroppo incline a tale ritualità bipolare (non di rado strabica). Meglio evitare tentazioni. Noto che il banchiere Mario Monti gode di grande stima anche negli ambienti ecclesiastici, e credo che qualche motivo valido per suffragarla vi sia. Continua a leggere