Colpo di testa 26 / Conflitto generazionale e integrazione ambigua

Corriere di Como, 4 aprile 2017

Il caso della ragazzina quattordicenne di Bologna, che sarebbe stata rasata a zero per punizione perché non voleva portare il velo, è finito in tribunale. I genitori negano, ma nel frattempo la ragazza è stata allontanata da casa e affidata ad una comunità.  Come c’era da aspettarsi il dibattito innescato da questa storia ha fatto volare parole grosse. C’è chi pone in ombra la questione religiosa (la famiglia è musulmana, originaria del Bangladesh) e parla di semplice conflitto generazionale. C’è chi dà la colpa alla mancata integrazione. E chi spara a zero sulla legge islamica che non permetterebbe alla donna di essere pienamente libera.

Continua a leggere