Fuggì via nudo. Un racconto pasquale…

AGOSTINO CLERICI, Fuggì via nudo. Dal Getsemani al sepolcro, L’essenziale è visibile, Como 2021, pagine 80, euro 10,00

Ciò che sto per raccontarvi è lo sconvolgimento della vita di un uomo che si è trovato a passare poco più di un’ora – tra l‘aurora e l’alba della domenica più importante della storia – dentro un sepolcro vuoto.
Si tratta di un giovane, un neaniskos. Immaginate voi quanti anni possa avere, ma è sicuramente quell’età in cui si è pronti a decidere della propria vita. E in effetti l’ultima parola di questo racconto ha l’impronta di una decisione.
Me lo sono inventato io questo giovane? No, ne parla l’evangelista Marco, quando dice che le donne entrando nel sepolcro «videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca» (Mc 16,5). è lui, proprio lui, il protagonista del nostro racconto.

 

Vedi la recensione di Clemente Tajana su “La Provincia (15 marzo 2021)

Vedi la recensione di Lorenzo Morandotti sul “Corriere di Como” (21 marzo 2021)

Vedi il servizio di Silvia Legnani al telegiornale di EspansioneTV (23 marzo 2021)

Vedi la recensione di Salvatore Couchoud su “Il settimanale della diocesi di Como” (25 marzo 2021)

La via della bellezza

SECONDA DOMENICA DI QUARESIMA – Anno B

«Nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche». Uno dei primi spot pubblicitari lo ha fatto Marco e riguarda le vesti di Gesù. È un modo per raccontare l’incontro con la bellezza in persona. Continua a leggere