Colpo di testa 23 / Le nozze con cornice ma senza il quadro

Corriere di Como, 14 marzo 2017

Ogni tanto qualcuno che ha appena partecipato ad un matrimonio con rito civile viene a raccontarmi che ha provato un certo disagio. Quando cerca di spiegarmelo, mi accorgo subito che l’imbarazzo provato non riguarda affatto il matrimonio ma il rito. Cioè, è un problema di cornice, che – sia chiaro – un po’ si riflette anche sul quadro: riguarda la scenografia e non certo il contenuto del dramma – il matrimonio lo è a pieno titolo! – che i due attori hanno in quel momento cominciato a recitare, o – sarebbe meglio – a vivere. Continua a leggere